martedì 24 febbraio 2015

Tisana di Karkadè ( Τσάι καρκαντέ )



 Cari lettori,
il karkadè ( Hibiscus sabdariffa ) usato prevalentemente come tisana ,( non contiene principi eccitanti  e può essere assunto  anche da chi non tollera la teina )   è un ottimo diuretico e antisettico urinario. Il suo infuso dà una bevanda dal sapore acidulo rinfrescante e dissetante, dal colore rosso vivo. È digestiva e regolarizza la funzionalità epatica. È una bevanda antinfiammatoria, lenitiva, vitaminizzante ( vit C) , utile anche nel combattere stipsi cronica e la presenza degli antociani la rendono una pianta angioprotettiva. ( Fonte  : wikipedia )
Un studio condotto  presso la Tuft University di Boston ha inoltre dimostrato che il karkadè è in grado di abbassare la pressione sanguigna( in particolare quella sistolica o massima) in soggetti con ipertensione lieve o moderata: per beneficiare a tal effetti bastano tre tazze di infuso al di. 
Nei paesi dove viene consuetamente coltivato (es. Senegal) il fiore viene raccolto in due diverse fasi di maturazione, ottenendone due tipi: il karkadè verde (di uso quasi esclusivamente locale), ed il karkadè rosso quello da noi comunemente conosciuto. In alcuni paesi i fiori maturi freschi sono utilizzati anche per produrre confetture. (Fonte  : wikipedia)                        

L infuso di Karkadè si prepara versando una tazza di acqua calda su due cucchiai di petali essiccati. Si lascia in infuzione 3-5 min e si filtra.
Per ottenere una bevanda dissetante, disinfettante e regolarizzante intestinale, mescolare l'infuso con miele e limone; consumarlo fresco nel corso della giornata.



 Il karkadè può essere sfruttato anche per uso esterno: per la presenza di mucillagini e polifenoli, può essere applicato a livello cutaneo come lenitivo o doposole. Per preparare un impacco, è possibile preparare un infuso al karkadè ristretto, per poi applicarlo, con una compressa di garza, sulle zone del corpo più arrossate dopo l'esposizione al sole. Il karkadè è adatto anche per le pelli sensibili e può essere utilizzato in associazione con malva, ippocastano e calendula. ( fonte : my personal trainer) 
 Io con l' infuso ho preparato anche i  biscottini.


Chara 


lunedì 23 febbraio 2015

Tè di montagna ( Τσάι Βουνού )



Cari lettori , 
Il tè di montagna , anche se è noto da secoli come decotto, non è mai stato di moda, non è mai entrato nelle sale da tè inglesi, magari accompagnato da dolci o biscotti, come il tè classico. I nostri nonni in Grecia lo usavano  come una medicina, per le sue proprietà lenitive  contro il raffreddore. Negli ultimi anni, le sue proprietà curative sono state rivelate scientificamente, e viene  studiato dagli scienziati.
Cresce in luoghi rocciosi  ad alta quota . ( Katarraktis > ARTA   >    GRECIA ) 
Il tè montagna ha un effetto benefico su:
- Raffreddori
- Infiammazione del tratto respiratorio superiore
- Indigestione Combattimento e disturbi gastrointestinali
Anche considerato come :
- Antispasmodico
- Analgesico
- Antiossidante
- Ansiolitico
Il tè di montagna contiene una serie di componenti come i flavonoidi, diterpeni, fenilpropionato, iridoidi, monoterpeni. Negli ultimi anni il tè di montagna ha trovato il suo posto sotto il microscopio  per verificare gli effetti positivi sul corpo.
Grecia e Spagna sono i paesi con il più alto consumo di tè di montagna. Nelle montagne della Grecia sono state identificate circa 17 specie. 
I studi di laboratorio sugli effetti benefici del tè di montagna , che sono stati fatti  da Università di Patrasso e Ioannina e l'Università di Atene  sostengono  che gli estratti di Sideritis Eubea e Sideritis clandestina ( Tè di montagna) possono contribuire alla prevenzione dell'osteoporosi. 
Ulteriori studi in Germania sostengono che il tè di montagna può proteggere contro la malattia di Alzheimer.

Il tè di montagna a differenza degli altri  tipi di tè non ha un effetto stimolante e può essere facilmente consumato la sera prima di coricarsi.

Per sfruttare a pieno le sue proprietà benefiche dobbiamo  prestare attenzione al modo di preparazione. Il modo corretto è quello di  far prima bollire l'acqua e poi  aggiungere il tè  di montagna e far bollire  per 30 secondi , poi  togliere dal fuoco, lascia per 3-4 minuti, filtrare e bere ; 
potete aggiungere il miele, la cannella, limone α piacere .
Fonte: healthpress.gr