sabato 22 giugno 2013

Petali di rosa ( Profumatore per la casa)


Cari lettori ,
la Rosa è una pianta  coltivata a scopo ornamentale, sicuramente le più conosciuta sin dai tempi più antichi. Era infatti nota agli antichi cinesi, agli egiziani ed ai greci in quanto sono numerosissimi i riferimenti letterari e le raffigurazioni grafiche. In Italia la sua coltivazione è arrivata dalla Grecia dove veniva coltivata non solo come pianta ornamentale ma anche per l'estrazione degli oli essenziali usati soprattutto per realizzare unguenti. Erano inoltre molto utilizzati i petali che venivano sparsi nelle strade in occasione delle feste e nelle sale durante i banchetti tanto che nel periodo dell'impero romano la loro coltivazione raggiunse elevati livelli di specializzazione.
Inizialmente dai primi cristiani erano considerate simbolo di lussuria e di peccato e solo successivamente entrarono nella tradizione religiosa tanto da diventare il simbolo della Madonna. La loro diffusione si ampliò nel Medioevo tanto che i conventi era ricolmi di roseti.
Dall'Italia si diffusero in Francia, in Inghilterra e verso la fine del 1500 in Olanda dove si iniziarono a creare nuovi ibridi. L'ibridazione raggiunse grandi livelli verso la fine del 1700 - inizi 1800 quando arrivarono in Europa specie ed ibridi proveniente dalla Cina che avevano la particolarità di avere delle lunghe fioriture oltre che la capacità di fiorire più volte nell'arco di un anno. E' dall'incrocio con queste rose che sono derivate tutte le varietà che oggi si trovano in commercio.
I suoi petali  vengono utilizzati per le proprietà medicinali, per l'estrazione dell'essenza di rosa  e degli aromi utilizzati in profumeria, nell'industria essenziera, nella cosmetica, pasticceria e liquoristica. È una delle basi immancabili più utilizzate in profumeria.
Come pianta medicinale  si utilizzano oltre ai petali con proprietà astringenti, anche le foglie come antidiarroico, i frutti ricchi di vitamina C diuretici, sedativi, astringenti e vermifughi, i semi per l'azione antielmintica, e perfino le galle prodotte dagli insetti del genere Cunips ricche di tannini per le proprietà diuretiche e sudorifere.
Le giovani foglie delle rose spontanee servono per la preparazione di un tè di rosa


Io ho preparato un elisir di rosa per gustarlo a fine pasto o per le calde giornate del estate insieme con  il ghiaccio
Cosa altro possiamo preparare co i petali di rosa ??
Ecco la lista :

  • Profumatore per la casa :


Raccogliete i petali e metteterli in un vaso di vetro a chiusura ermetica. per ogni manciata di petali aggiungete un cucchiaino di sale fino  e 1/2 cuchiaino di chiodi di garofano in polvere .

 lasciate  riposare  per qualche giorno quindi , quando volete rendere più profumata l aria  della casa, prendete un pò del contenuto del vaso e fatelo scaldare su una pot pouri .
Gelatina struccante all’acqua di rose:
Acqua di rose 2 cl.,Amido di riso 6 gr.,Glicerina 25 gr Olio essenziale di rosa. 2 gocce
Versate l’amido di riso in un contenitore in vetro (resistente al calore) posto a “bagnomaria” ed aggiungete poco a poco la glicerina, sempre mescolando, finchè si forma una gelatina uniforme e densa. Togliete dal fuoco, lasciate intiepidire ed aggiungete l’acqua di rose e l’olio essenziale di rosa mescolando energicamente. Applicate questo gel sul contorno occhi con tocchi leggeri senza tirare la pelle. Risciacquate con acqua tiepida o con acqua di rose. Conservate in frigorifero per max 10 giorni ( Vedi link : Rose )


  • Gelatine e  confetture :

gelatina di petali di rosa
confettura di rose
Confettura di petali di rosa e mele
acqua di rose

domenica 2 giugno 2013

Infuso di Rosmarino

Care amiche ,
Tutti noi conosciamo il rosmarino come  una pianta aromatica  usata in cucina  per il suo intenso aroma . Ha però tante proprietà terapeutiche !!!

  •  stimola la circolazione del sangue al cervello e migliora la concentrazione e la memoria.
  • E 'utile per il mal di testa ed emicranie nervose.
  •  favorisce la crescita dei capelli, migliorando la circolazione del sangue. Le  foglie di rosmarino, insieme a radici di ortica e radici Lapatos, imbevute in  alcol e poi  strofinando il cuoio capelluto aiuta alla crescita dei capelli. 
  • Eleva l'umore ed è utile nei casi di depressione da lieve a moderatamente grave.
  • I bagni che sono realizzati con rosmarino  aiutano chi soffre di reumatismi alle articolazioni.
  •  aiuta in caso di  tosse in bronchite e influenza.
  • Le foglie di rosmarino in polvere guariscono le ferite.
  • Il decotto di rosmarino aiuta in caso  di svenimenti e vertigini.
  • Il rosmarino fresco tritato  asciuga gli emorroidi.
  • Aiuta in caso di stanchezza e debolezza.
  • Bollito insieme con vino   aiuta a dormire.
  • Generalmente considerato antibatterico, antimicotico e anti-reumatici, tonico del cuore e della visione, ma anche contro il diabete.

Come preparare l' infuso: 
Si prepara versando  una tazza di acqua calda su un cucchiaino di foglie  spezzettate. lasciamo in infusione per 10 min , filtriamo e beviamo 

Storia : Secondo la tradizione, è stato chiamato rosmarino (livanodendro >  albero del incenso) dopo  che la Vergine Maria ,  ha lasciato il suo mantello sopra il cespuglio. La mattina dopo, i fiori del cespuglio  erano diventate blu e fu chiamato Rose of Mary (la rosa di Maria).
Gli antichi greci la consideravano un dono di Venere. Gli studenti indossavano ghirlande di rosmarino quando avevano gli esami, perché aiutava la concentrazione  e la memoria.
Il Rosemary ( livanodendro o rosmarino)  è stato usato anche come incenso , e quindi è stato chiamato livanodendro.
Si dice che l'infusione di rosmarino, cedro e tervinthinis era un elisir di giovinezza, chiamato l'acqua della Regina d'Ungheria.

Negli ospedali  bruciavano il rosmarino  per disinfettare l'aria.
Chara F. 

sabato 1 giugno 2013

Latte di Capra

Cari lettori ,



Il latte di capra è un ricostituente  e non affatica  la digestione,è ricco di proteine  di alto valore  biologico, vitamine, sali minerali ( calcio , fosforo, potassio, e ferro) e di un tipo di grassi che incide in modo contenuto sulla concentrazione di colesterolo nell' organismo. Il latte di capra è inoltre più digeribile e generalmente meglio tollerato del latte vaccino, rispetto al quale :

  • contiene particelle di grasso e proteine  di dimensioni minori e più facilmente assimilabili.
  • Contiene anche quantità inferiore di lattosio
  • è ricco di un tipo di caseine ( le proteine del latte) simili a quelle del latte umano.
  • è indicato per chi ha difficoltà a digerire  il latte vaccino  e soprattuto per i bambini 
  • è ricco di calcio, potassio e proteine nobili.

    Possiamo usarlo come sostitutivo del latte vaccino per la maggior parte delle preparazioni culinarie ( besciamelle e budini , per gratinare le verdure ) e per la preparazione  dello yogurt .

Torta allo yogurt e limone



 Cari lettori ,
oggi vi presento  una torta che ho preparato a forma di colomba  con lo yogurt e il limone ; é ottima per la prima colazione per i grandi e i piccini ma anche per la merenda pomeridiana o ancora  come dolce di fine pasto , magari accompagnata con un buon liquore fatto in casa (  liquore di bacche di Mirto  ) . La presenza dello yogurt e della scorza di limone conferisce alla torta un sapore fresco  tanto gradito durante il periodo estivo .

Ingredienti 
1 vasetto di yogurt ( io uso lo yogurt fatto in casa )
1/2 misurino ( vasetto yogurt) di olio di semi
1misurino ( vasetto  yogurt) di zucchero  o fruttosio
3 uova intere 
1/2 misurino ( vasetto yogurt) succo di limone
2 misurini ( vasetto yogurt) maizena
2 cucchiaini lievito chimico in polvere
farina  doppio 0 q.b.
un pizzico di sale
la buccia  grattugiata  di 1 limone
Preparazione
Per primis grattugiare il limone , spremere il suo succo e tenere a parte .
In una ciotola sbattere le uova intera con lo zucchero , unire l 'olio, lo yogurt e amalgamare bene dal basso verso l 'alto . Aggiungere al impasto la maizena , il succo di limone , la scorza e il pizzico di sale e per fine la farina setacciata con il lievito chimico e mescolare delicatamente sempre con un cucchiaio di legno dal basso verso l' alto

Versate l' impasto nella teglia  da forno già precedentemente oleata , guarnire con le mandorle e lo zucchero in granella e infornare  nel forno riscaldato  a 200° per i primi 10 min e poi abbassare la temperatura  a 180° proseguendo per altri 30 min. ( fate la prova stecchino per verificare  l' avvenuta cottura) .Estraete la torta  dal forno ,lasciatela raffreddare e poi servite .
Buon divertimento
Chara F.

Biscotti di pasqua ( Κουλουράκια πασχαλινά )

Cari lettori ,
Il  Pasqua, è la seconda  più grande festa dell'Ortodossia dopo il Natale. Il Pasqua si festeggia in tutta la Grecia, con diverse tradizione in ogni città. Durante la  Settimana Santa in  chiesa, ci celebra la messa dove si raccontano le sofferenze di Cristo . La Settimana Santa è la settimana di digiuno per noi ortodossi. Giorni importante sono il Mercoledì Santo e il Venerdì Santo durante la quale è vietato consumare anche l 'olio. Il  Giovedì Santo è il giorno in cui si dipinge   le uove rosse    e i dolcetti che si chiamano "koulourakia". Sono ciambelline molto semplici che si preparano con ingredienti genuini e il bicarbonato di ammoniaca . 
Oggi vi presento la ricetta originale per preparare queste ciambelline , che si usa  nella mia città , la città di Ioannina o Giannina . Potete prepararli  in qualsiasi momento in quando sono ottime per la prima colazione  o per una sana merenda . Purtroppo la ricetta originale chiede l' uso di burro  ma potete prepararla anche con l'olio . Ma attenzione l' impasto dovrà essere molto morbido  , cosi morbido , che per formare le ciambelline  dovete ungere le vostre mani con olio .
ecco la ricetta :



Ingredienti per 50 ciambelline:

10 uova 
500 gr di zucchero semolato

3 bustine di vanillina

250 gr di burro ammorbidito

1/2 di tazza di latte fresco
30 gr di bicarbonato di ammoniaca
1 kg di farina tipo1
zucchero a velo o granella di zucchero per guarnire
acqua di rose


Preparazione
Sbattere le uova con lo zucchero
e la vaniglia circa per 10 min fino ad ottenere una crema spumosa. Versare 2 cucchiai di farina e il burro già sciolto ma tiepido .Aggiungere il latte tiepido  dove avete sciolto la ammoniaca .Versate il resto della farina e mescolate delicatamente .Il vostro impasto risulterà tanto morbido, tipo ciambellone . NON AGGIUNGERE ALTRA FARINA  . Lasciare per 2 ore  a riposo e poi cercare di fare i biscotti con la mano o con il corno sulla carta da forno.  Cuocere  in forno ventilato a 170 ° per 15-20 minTogliere dal forno e lasciarli raffreddare. p.s 
Con il pennello
, spennellare le ciambelline con acqua di rose e cospargere con lo zucchero a velo .Invece se vi piacono con la granella di zucchero dovete cospargere prima di informarli .buon divertimento
Chara F.