domenica 15 aprile 2012

Biscotti bicolore all'olio EVO biologico


Care amiche ,
Oggi vi presento i biscotti bicolore all' olio extra vergine d'oliva che ho realizzato domenica scorsa; sono genuini e rappresentano  una sana merenda per i bambini.
Ingredienti per la pasta chiara  : 
1/4 di bicchiere d' olio EVO   biologico
1/2 bicchiere di zucchero semolato
1/4 di bicchiere di latte tiepido
1 uovo intero
1/4 di bustina lievito
farina tipo1 q.b.
sale
Ingredienti per la pasta al cioccolato
1/4 di bicchiere d'olio EVO  biologico
1/2 bicchiere di zucchero semolato
1 uovo intero
1/4 di bustina  lievito
1/2 bicchiere di cacao amaro
1/4 di bicchiere latte tiepido
farina tipo1 q.b.
sale
Preparazione
Per primis preparare l'impasto chiaro: Mescolare l'olio con lo zucchero fino ad ottenere una crema  soffice ; poi aggiungere il latte  , l'uovo il sale e la farina setacciata assieme al lievito . Impastare bene tutto  ottenendo un impasto liscio e omogeneo .
Ora  preparare l' impasto al cioccolato :Mescolare l'olio con lo zucchero fino ad ottenere una crema  soffice ; poi aggiungere il latte , l'uovo  il sale , il cacao amaro e la farina setacciata assieme al lievito . Impastare bene tutto insieme ottenendo un impasto liscio e omogeneo .
Formare dei bastoncini rotondi e intrecciati  con i due impasti.Disporre sulla carta da forno e cuocerli  in forno prescaldato a 170°C per circa 20min

Buon divertimento
Chara F.

martedì 10 aprile 2012

Torta ACE ( arancia , mela e carota ) con farina di segale

Care amiche , 
oggi vi presento una torta particolare senza uova . Ho trovato la ricetta su un mio sito preferito  ΟΙ ΣΥΝΤΑΓΕΣ ΤΗΣ ΓΚΟΛΦΩΣ . Ho fatto un piccola modifica utilizzando la farina di segale ma consiglio la ricetta originale con la farina doppio 0 .Con la farina di segale il mio dolce aveva un aspetto umido ma il  sapore era squisito . 
ecco la ricetta:
 Ingredienti :
3/4 di bicchiere  olio di semi
1 bicchiere zucchero di canna
1 bicchiere di carota grattugiata
1 bicchiere di mela grattugiata
1 bicchiere di noci tritate ( farina di noci)
2 bicchieri e mezzo farina 00 ( io ho usato farina di segale ) 
1 cucchiaino bicarbonato di soda
1 cucchiaino di arancia grattugiata non trattata 
1 cucchiaino bakin powder
il succo di un arancia 
1 vanillina
Preparazione 
mescolare  l'olio con lo zucchero , aggiungere la carota , le mele  le noci  la farina  con il lievito la vanillina e l arancia grattugiata . 
Diluire il bicarbonato nel succo di arancia  ed aggiungerlo nel impasto . mescolare bene per 5 min e poi mettere nel piatto e informare a 180gr


Buon divertimento 
Chara F.

Lievito chimico , Bicarbonato di sodio ,Bicarbonato di ammonio, Cremor tartato


    Lievito chimico, bicarbonato di sodio e cremor tartaro sono 3 agenti chimici che vengono comunemente utilizzati in cucina come agenti lievitanti.
    L'effetto lievitante è sempre dovuto allo sviluppo di anidride carbonica, un gas che viene intrappolato all'interno dei prodotti creando sacche di aria, le quali "gonfiano" letteralmente il prodotto provocandone la lievitazione.
    Nel caso del lievito naturale i microorganismi che metabolizzano gli zuccheri producono alcool e anidride carbonica, nel caso dei lieviti di tipo chimico lo sviluppo di questo gas è causato da una semplice reazione chimica.
    Cremor tartato  (Il bitartrato di potassio
    Molti  utilizzano il cremor tartaro perché sono indotti a pensare che sia più naturale, in parte è vero perché si ricava dai scarti della lavorazione delle uve del vino, ma il procedimento di estrazione è di sintesi, pertanto sul fatto che sia proprio "naturale", dipende dalla vostra interpretazione di cosa è naturale e cosa no, diciamo che non cresce sugli alberi.Questa sostanza si acquista in farmacia 
     L'acido tartarico (cremor tartaro o cremore tartaro) viene spesso utilizzato come reagente insieme al bicarbonato. 

    Il bicarbonato di sodio (NaHCO3) è una base che reagisce con gli acidi per produrre anidride carbonica (CO2). Il bicarbonato di per sè non è sufficiente per provocare la lievitazione, ma necessita di un acido: quindi si usa solo in presenza di un altro ingrediente acido, quali siero di latte, panna acida, aceto o succo di limone
    Il lievito in polvere è un composto di cremor tartaro con due sali acidi: uno di questi (solfato) reagisce a temperatura ambiente mentre l'altro (fosfato) ha bisogno del calore per produrre anidride carbonica. Questo miscuglio provoca una levitazione molto più consistente. I lieviti in polvere in commercio sono leggermente diversi fra loro, ma tutti forniscono il 12% di anidride carbonica. Vi viene aggiunto amido di mais per assorbire l'umidità e prevenire la reazione fra acido e base durante lo stoccaggio. 
      Il bicarbonato di ammonio e' una sostanza utile per la buona riuscita di alcuni dolci, soprattutto per alcuni tipi di biscotti; il loro impasto, infatti, spesso non richiede lievito perche', se si gonfiano molto in cottura, perdono la loro forma.
    D'altro canto, un impasto non lievitato rischia di restare duro e troppo compatto, una volta cotto; per ovviare a tutto cio', viene allora utilizzato in piccole quantita' il bicarbonato di ammonio, che lo rende piu' soffice e friabile.
    Questa sostanza si acquista in farmacia (in genere viene preparata al momento, perche' evapora molto facilmente e non ha, quindi, una lunga durata). 

    Biscotti di soia e gocce di cioccolato

    Care amiche , 
    Ecco una altra mia ricetta inventata e creata  ieri sera ; tutto a base di soia .  Ho fatto tante prove e ho buttato via 2 volte i biscotti ma alla fine ho trovato la dose giusta :-))))
     Ho realizzato questi biscotti con la farina , l' olio  e il latte di soia ; sono semplicissimi  e molto veloci .

    Ingredienti : 
    1/2 bicchiere di olio di soia
    1/2 bicchiere di latte di soia 
    2 uova ( ho provato a fare i biscotti senza uova ma il risultato è stato pessimo) 
    1 bicchiere di zucchero ( potete mettere  anche 3/4 di bicchiere se non vi piacono molto dolci)
    1 bicchiere di farina di soia  ( ho provato a farli anche solo con  farina di soia ma non ho avuto un buon risultato ) 
    farina tipo1 q.b. ( farina normale quanto basta)   
    1 cucchiaino di sambuca 
    1 cucchiaino di cremotartato (lo preferisco perchè è  senza additivi ) 
    3 cucchiai  di gocce di cioccolato 
    Preparazione: 
    Lavorare  lo zucchero con le uova per 5 min , aggiungere l'olio di soia  ,il sambuca, il latte di soia , la farina di soia ,le gocce di cioccolato e impastate tutto insieme ; per fine aggiungere la farina 00 con il cremotartato e continuate a impastare fino ad ottenere una palla morbida ,soffice e facile da lavorare .
    Preparare delle striscioline lunghe e formare degli intrecci.
    Infornare a 170° ( forno ventilato ) per 20 minuti circa.
    Buon divertimento e aspetto i vostri commenti e sugerimenti:-)
    Chara F.


    sabato 7 aprile 2012

    Burro fatto in casa

    Care amiche ,

     Ai  tempi di mia nonna,  il burro si preparava  con il metodo tradizionale. Si raccoglieva  il latte  e poi si versava in un  contenitore cilindrico di legno , poi con un bastone avente un disco forato all'estremità, si sbatteva il latte  con movimenti costanti e circolari  Quando il grasso del latte ( burro)  saliva in superficie e galleggiava si poteva prenderlo e metterlo in una ciotola con  acqua ...etc.... cmq il procedimento era molto lungo ...si prendeva il burro e si impastava con l ' acqua fredda  e poi si buttava  il liquido e poi si aggiungeva ancora acqua pulita  e  questo lavoro continuava  fino a quando il liquido  risultava  pulito ..insomma , ritorniamo nei tempi di oggi .....
     Nei nostri tempi , fare il burro a casa è un divertimento e rimane molto più semplice niente  di tutto ciò che ho scritto sopra .
    Serve solo un frullino  e la panna fresca . 

    Con la panna fresca da 250ml si ottengono circa 90 gr. di burro e 125 ml di latticello.

    Io ho presso 500 gr di panna fresca di buona qualità . 

    Ho versato la panna  in una ciotola  e ho iniziato a montarla senza smettere . 

     A un certo punto la panna cambia colore  e consistenza e i grassi iniziano a separarsi dai liquidi. Quando  i grassi ,  ovvero il burro   , si attacca completamente alle fruste , il nostro burro  è pronto . Nella ciotola rimarrà il liquido , cioè il latticello.
    A questo punto prendiamo un panno pulitissimo , bagnato in acqua fredda e lo mettiamo in una vaschetta e mettiamo il burro sopra , strizzandolo .Raccogliamo   anche il resto del latticello nella ciotola e poi laviamo il burro , direttamente nel panno sotto l' acqua fresca. Strizziamo molto bene . 
    Il nostro burro è pronto per utilizzarlo  per qualunque preparazione o semplicemente gustarlo con la nostra marmellata .Possiamo anche aromatizzarlo con gli aromi a piacere come del prezzemolo, del basilico, dei semi di coriandolo, della scorza di limone o di agrumi, dell’aglio,  delle noci e della cipolla. 
     Si conserva 3 giorni in frigo , invece se aggiungiamo il sale si conserva  per 10 giorni sempre il frigo.
    In congelatore si conserva per 15 giorni.
    Buon divertimento 
    Chara F.
    Invece il latticello  si conserva 3 giorni in frigorifero e 15 giorni in congelatore . Si utilizza per i ciambelloni e panini vari; é un ingrediente fondamentale per moltissimi dolci americani  specialmente per i muffins . 
    Informazioni utili : 

    Pur essendo povero di proteine, è ricco di aminoacidi essenziali. Alcuni di questi contribuiscono a stimolare l'immunità, mentre altri intervengono nella sintesi del glutatione, una sostanza antiossidante.
    Tra le numerose «virtù» nutrizionali del latticello, bisogna anche ricordare il basso tenore di sodio e la forte presenza di sali minerali basici, in particolare il potassio, diuretico, e il calcio, il magnesio e il fosforo, necessari al mantenimento del capitale osseo. Il calcio e il magnesio partecipano inoltre al buon funzionamento del sistema nervoso e di quello cardiovascolare, mentre il fosforo interviene nel metabolismo energetico. 
    Sebbene in misura inferiore rispetto ai minerali, il latticello contiene varie vitamine. La più importante sotto il profilo quantitativo è la vitamina B 2, che è un'ottima fonte di energia.Il principale costituente del latticello è il lattosio, che gli conferisce le sue proprietà essenziali, ma che ne rappresenta la sola controindicazione (va da sé che i soggetti che soffrono di una grave intolleranza al lattosio devono astenersi dal consumare quest'alimento).Il lattosio o zucchero del latte rappresenta un aiuto prezioso in caso di stipsi cronica od occasionale e/o di flatulenza, perché rigenera e ripristina la flora batterica intestinale, stimolando delicatamente il transito, con effetti che durano nel tempo.

    mercoledì 4 aprile 2012

    Spaghetti primavera ( με αρακά και σπέκ )


    Care amiche,
     Come avete notato la mia cucina è molto leggera e senza grassi in quanto non utilizzo burro , ma  olio extra vergine d' oliva e  la maggior parte delle volte  a crudo .
    Oggi vi presento un primo piatto primaverile , leggero e molto veloce .
    Ingredienti  per 2 persone
    250gr di spaghetti  ( io ho usato DE CECCO N°12)
    6 pomodorini ciliegine
    1 carota
    150gr di piselli
    1/ 4 di cipolla
    4 fette di speck
    1/2  bicchiere di acqua e un cucchiaino di Dial Brodo
    prezzemolo
    peperoncino
    2 cucchiai d'olio extra vergine  d'oliva
    sale , pepe,vino bianco
    Preparazione
    Mettere sul fuoco la pentola piena d' acqua per cuocere la pasta ; salate l' acqua e attendere la bollitura  . Intanto iniziate la preparazione del condimento della pasta.Scaldate  l 'olio in una padella capiente  a fuoco medio-alto . Unite   lo speck tagliato a pezzetti , la cipolla  tritata finemente e saltateli  per  circa 5 min. Versate  anche il vino ,i piselli e la carota .
    Se serve unite il mezzo bicchiere d' acqua dove avete sciolto  il dial brodo . Aggiungere anche sale , pepe e mezzo peperoncino . Appena i piselli e la carota saranno cotti  aggiungere i pomodorini tagliati a metà e il prezzemolo tagliato finissimo .
    Scolate bene gli spaghetti e aggiungeteli nella padella con il  condimento . Accendete di nuovo il fuoco  e mescolate  tutto bene . Unite  le scaglie di parmigiano reggiano  e buon appetito !!!!!! 
    Consiglio :  Se non è stagione di piselli freschi, potete usare anche quelli congelati . ( io ho usato i piselli che ho raccolto e congelato l' anno scorso )  .
    A posto del prezzemolo potete usare la menta o la mentuccia fresca .