venerdì 30 marzo 2012

Fouskalakia (Φουσκαλακια )

Cari lettori,
oggi vi presento  le tortine che ho portato in ufficio settimana scorsa . Ho trovato la ricetta nel blog di un' amica mia greca la Tanya. 
Sono ideali per un buffet o per un aperitivo o anche  per accompagnare un' insalata  o un bel piatto di salumi
Ecco la  mia ricetta un po cambiata : 
Ingrendienti:
2 uova
1 vasetto di yogurt
1 vasetto da yogurt di olio di semi ( ho usato olio CUORE)
1 bicchiere e mezzo di farina
1 bustina di lievito di birra in polvere per torte salate
200 gr di formaggio feta
50 gr di parmigiano grattugiato
olive nere 
origano e pepe
Preparazione
Sbattere le uova con lo yogurt molto bene . Aggiungere lentamente l'olio e continuare a mescolare  fino che non diventa  una crema soffice .Aggiungere la farina con il lievito e continuare a mescolare delicatamente con una spatola . 
A questo punto potete aggiungere quello che volete . Io ho messo  formaggi ( feta  e parmigiano) e olive nere dalla Grecia  .


Tanya ha messo i pomodori secchi,peperoni rossi arrosto e tacchino.
L' impasto dovrà risulate morbido e soffice .Prendere i stampini per i muffins e infornare a  forno prescaldato a 180° per circa 20 min.
Sono buonissimi
Buon divertimento
Chara F.

Ringrazio tanto a Tanya per la ricetta

Crostata con farina di kamut e senza uova ( τάρτα νηστήσιμη με αλευρι Καμουτ )

Care amiche ,
la mia pasta frola per le crostate è un composto  dietetico senza burro  inventato da me  , in quanto  non uso il burro nelle mie ricette . Ma oggi vi presento questo composto senza uova e con la farina di kamut . Vuol dire  una crostata di pasta frola senza uova !!! . 
Risultato ottimo e sapore squisito!!!!!!!!!!!!!
Ecco la mia ricetta :
Ingrendienti :
1/ 2 bicchiere di olio di semi ( io ho usato olio OLYS)
1/3 di bicchiere succo di arancia
3 cucchiai di Cognac
1/3 di bicchiere di zucchero di canna
la scorza di un arancia grattugiata
1 cucchiaino di bircabonato di soda
farina di kamut q.b.
Confettura  a piacere( io ho usato la mia confettura di mele, pere e cacao al calvados )
 Preparazione:
Mettere in una terrina l 'olio , il cognac,il succo di arancia  dove avete sciolto il bicarbonato di soda , e la scorza di arancia .Mescolare tutto insieme per 5 min  e poi aggiungere la farina di kamut. Mescolare fino ad ottenere un impasto morbido . Questo impasto tiene a sbriciolarsi  visto che non ci sono  ne uova  ne farina normale .
Prendere un po d' impasto e metterlo su una teglia  e cercarte di aprirlo con le mani . aggiungere un strato leggero di  confettura  e poi preparare le striscioline e metterle sopra. Infornare in forno  prescaldato  a 180° .
il risultato è il sapore è ottimo !!!!
Buon divertimento
Chara F.

Vi presento la ricetta originale di pasta frola per i golosi 
Ricetta originale pasta frola per le crostate 

250 g di farina
 125 g di burro
 100 g di zucchero
 1 uovo
 1 bustina di vanillina
 un pizzico di sale.

Lavorate lo zucchero con il burro a temperatura ambiente.Impastate fino ad ottenere un panetto omogeneo.A questo punto aggiungete l'uovo, facendolo assorbire dal composto di burro e zucchero.Aggiungete la farina, il sale e la vanillina ed impastate fino a che gli ingredienti siano ben amalgamati.Formate una palla e lasciate riposare in frigorifero per circa mezz'ora avvolta da pellicola trasparente

giovedì 29 marzo 2012

Involtini di vitello al cognac

Care amiche , 
Oggi vi presento un piatto molto facile da preparare , ma molto appetitoso.Sono le fettine di carne farcite con il prosciutto cotto alla brace ,  formaggio feta , pecorino e alla fine la cicorietta  tagliata  fina,  arrotolate e  sigillate con degli stuzzicadenti.
Vi presento la ricetta : 
Ingredienti : 

400 gr di fettine di vitello
5 cucchiai di olio extra vergine di oliva
150 gr prosciutto cotto alla brace 
100 gr di formaggio pecorino
250 gr di feta ( ho usato 200gr ) 
200 gr di cicorietta 
sale , pepe , brodo vegetale . cognac
Preparazione 
Prendete le  fettine di vitello  e ponete sopra ognuna  uno strato di prosciutto cotto  uno di pecorino e feta e uno di cicorietta dividendo gli ingredienti per il ripieno equamente su ogni fettina
Arrotolate le fettine su se stesse  (partendo dal lato più stretto), e sigillatele con degli stuzzicadenti  , chiudendo le estremità e fermando il bordo di carne perpendicolare ad esse. 
Ponete gli involtini tutti insieme in una padella contenente l’olio : spolverizzate con sale e  pepe, ( io ho aggiunto anche  mezzo cucchiaino di Dial brodo ) e fate cuocere a fuoco dolce, rigirando spesso gli involtini per farli dorare su tutta la superficie. A questo punto aggiungete una tazzina di cognac e un po di acqua calda  e lasciate insaporire il tutto; coprite la padella con un coperchio. 
Quando gli involtini saranno cotti , impiattateli e serviteli irrorandoli con il loro sughetto di cottura. 
il mio consiglio
Questi involtini sono ottimi anche se preparati con delle profumate fette di mortadella , speck o pancetta .Potete anche sostituire il formaggio con della fontina, sottilette, groviera o emmentaler .

H avuto  l' idea di preparare questo piatto  su un mio sito preferito http://www.giallozafferano.it/ ma ho cambiato gli ingrendienti  aggiungendo il mio formaggio feta , la cicorietta e il cognac  METAXA

Buon divertimento e buon appetito 

Chara F.

martedì 27 marzo 2012

Tortine alle carote con farina di farro (ατομικά κείκ με καρότο )


Cari lettori , 
oggi vi presento le mie tortine alle carote e farina di farro . Sono squisitissimi , morbidi e leggeri  ma allo stesso tempo nutrienti e naturali grazie alle carote e alla farina di farro . Il farro contiene tante proteine e molte sostanze anallergiche e le carote contengono provitamina A , B1,B2 e C .Ho aggiunto anche il succo e la scorza d' arancia per dare un gusto un po più deciso alle mie tortine . Queste tortine piacono tantissimo ai bambini  e sono ottime per la prima colazione , per la merenda o per un buffet di festa . 
mio marito le preferisce farcite con la confettura ACE ( sta in lavorazione ) .
Ecco la mia ricetta 
Ingredienti per 18  tortine 
2 arance ( il succo e la scorza)
2 carote grandi
4 cucchiai di fecola di patate 
4 cucchiai di olio di semi di mais 
3 uova intere
3/4 zucchero semolato ( bicchierino di plastica )
1 bustina di vanillina 
250gr  farina di farro 
1 cucchiaino bicarbonato di  sodio 
Preparazione 
Lavare bene e grattugiare le carote . Grattugiare le arance e spremerli. Montare le uova con lo zucchero e quanto il composto sarà chiaro e spumoso  aggiungere le carote con la scorza di arancia e  il bicarbonato di  sodio sciolto nel succo di arance  . Aggiungere anche l' olio di semi e la fecola di patate e la vanillina . Infine aggiungere la farina di farro 
Mescolare bene , il vostro impasto dovrà risultare molto morbido , foderate i vostri stampini con dei pirottini di carta  e versate in ogni stampino  il vostro impasto. 
Infornare in forno preriscaldato a 180°C per circa 20 min. Per controllare la cottura inserire uno stecchetto al centro di ogni tortino e se risulta asciutto i vostri tortini sono pronti .
Buon divertimento 
Chara F.

lunedì 26 marzo 2012

Biscotti con farina di riso e farina di mais senza uova ( Μπισκοτάκια με ριζαλευρο και καλαμποκάλευρο νηστήσιμα )


Care amiche,
L'Intolleranza alle uova riguarda, nella maggior parte dei casi le uova di gallina , invece  le uova di  quaglia, oca o anatra  sono generalmente più tollerate.
Quando tuttavia l'intolleranza riguarda tutta la categoria, le difficoltà maggiori nascono nella preparazione dei prodotti dolciari dove le uova sono un ingrediente cardine
Oggi vi presento questi  biscotti squisitissimi che accompagnano il tè  , ma sono ottimi anche per la prima colazione .Ecco la mia ricetta 


Ingredienti:
farina di riso senza glutine  q.b. MOLINO AGOSTINI
 150 gr farina di mais  bianca di casa mia 
 150 gr zucchero grezzo di canna
 70 gr olio di mais biologico
 100 ml di acqua
 la buccia di un limone non trattato grattugiata
 lievito per dolci (cremor tartaro).
Procedimento:
Impastare tutti gli ingredienti e poi formare con l’impasto un salsicciotto di circa 5 cm di diametro. Avvolgere in carta da forno e porre nel congelatore per 30 min in modo da farla indurire.

Tagliarla a fette e mettere i biscotti in una teglia foderata con carta da forno. Cuocere a 180°C per 15 min.
Buon divertimento
Chara F.
Per saperne di più 
Esistono farine naturalmente senza glutine, in quanto derivate da ingredienti che non contengono questa proteina. Ovviamente ci potrebbero essere problemi di contaminazione nelle fasi di preparazione della farina ed è perciò meglio informarsi sulle loro condizioni di produzione, imballaggio ecc.
Farina di riso:  si ottiene dalla macinazione  del riso e conserva tutte le sue proprietà benefiche:l' alto valore nutritivo, grazie all' equilibrio contenuto di proteine nobili, vitamine e sali minerali; l' alta digeribilità e la funzione di riequilibratore delle funzioni gastriche ed intestinali.

 Ha un sapore molto delicato e si conserva a lungo. Si può trovare anche integrale, che ha un sapore più intenso, una consistenza più granulosa ed un alto valore nutritivo. Dato che nella crusca sono presenti degli oli, in generale la farina integrale si conserva meno a lungo di quella bianca e tende ad assumere col tempo un sapore più intenso
Farina di mais : si ottiene  dalla macinazione di mais e conserva tutte le proprietà depurative e disintossicanti di questo cereale naturalmente privo di glutine , ricco di amido e dal basso contenuto proteico. Dalla macinazione si ottiene una farina molto fine ideale per la preparazione di dolci e biscotti. Non indicata per la preparazione  della polenta .
Cremor tartaro : Polvere lievitante ( io uso Dr Oetker o la trovo in farmacia ) consigliata per i dolci per i bambini
Il cremor tartaro e il bicarbonato di sodio insieme vanno ad agire correttamente sui reni favorendone le funzionalità a differenza degli agenti lievitanti chimici che tendono ad inibire queste funzionalità e ad appesantire gl organi per la depurazione del nostro organismo.

Riconoscere le uova fresche

Per riconoscere  se le uova sono fresche esistono diversi metodi: il colore del tuorlo, la sua compattezza ecc...
Rompere l'uovo in un piattino, l'uovo deve essere tondo e rilevato , l' albume gli si deve raccogliere intorno e non spandersi liquido come acqua .
Ce ne è uno però che non da adito a dubbi pur essendo semplicissimo.
Immergere la uova in acqua salata: quelle fresche, da poter usare anche crude, si poseranno sul fondo. quelle un po' meno fresche , ma ancora valide se cotte, tenderanno a mettersi in posizione verticale, pur toccando il fondo con una estremità. quelle invece che verranno a galla sono da gettare .




Le sigle sui vini

D.O.C. - V.Q.P.R.D. - D.O.C.G. quante volte  vi sarete chiesti cosa significano queste sigle apposte sulle botiglie di vino .
Sono delle norme che i vinicultori italiani hanno adottato per tutelare la denominazione di mosti e vini, per delimitarne la zona geografica , i vitigni usati e le norme di produzione .
D.O.C . : denominazione di origine controllata
V.Q.P.R.D. : vini di qualità prodotti in regioni determinate
D.O.C.G.: vini a denominazione di origine controllate e garantita.viene solitamente usata per vini superiori adatti all' invecchiamento.

domenica 25 marzo 2012

Ciambella Invernale senza uova ( Κέικ Νηστήσιμο )

Cari lettori ,
Vi presento la  ciambella senza uova  di mia mamma .E' un dolce invernale adatto alla prima colazione e alla merenda ed è molto nutriente grazie alle noci e all' uvetta sultanina.
Ecco la mia ricetta 

Ingredienti : 
2 bicchiere  e 1/2  di farina  doppio zero
1 bicchiere di farina di farro  
1 bicchiere e 1/2 di zucchero ( io ho messo solo un bicchiere) 
3/4 di  bicchiere di olio buono di oliva ( io ho messo olio di soia ) 
1/2 bicchiere di uva sultanina 
1/2 bicchiere di noci tagliate grosse
1/2 bicchiere di Cognac
1 bicchiere e 1/2 di spremuta d' arancia 
1 cucchiaino  di polvere di cannella
1 cucchiaino di polvere di chiodi di garofano 
1 cucchiaio di scorza di arancia  grattugiata
1 cucchiaino raso di bicarbonato di soda 
1 cucchiaino raso di polvere lievitante ( tipo pane angeli)
Preparazione 
La preparazione di questo dolce è molto facile .
Prima di tutto setacciare la farina (molto  importante per evitare i grumi di farina nell' impasto) , poi aggiungere in ordine : l'olio, l'uvetta, lo zucchero  la scorza di arancia ,  le noci , il cognac , la cannella e il garofano.
ed infine  il bicarbonato di soda sciolto nel succo d' arancia 
Mescolare bene per ottenere un composto omogeneo come nella foto


Infornare la ciambella per circa 5 min a 200° a forno preriscaldato  e poi  abbassare a 180° per 40 min .
Controllate la cottura verificando con un stuzzicadenti . Il dolce dovrà risultare asciutto.

La cottura è un momento molto delicato, in quanto,non essendoci uova il composto lega con più difficoltà, vi consiglierei quindi di usare questo accorgimento :
Sfornate la ciambella , capovolgetela su un altra teglia e rimettetela nel forno a 160° per circa 20 min.
Appena  terminata la cottura  cospargetela di abbondante zucchero e cannella .
Καλή επιτυχία  
Chara F.
Ho servito questa ciambella a fine pasto con la panna montata e la mia confettura ACE 

domenica 18 marzo 2012

Muffins con semi di papavero e senza uova ( Muffins με παπαρουνόσπορο Νηστήσιμα)

Cari lettori , oggi vi presento i muffins preparati con  i semi di papavero. Ho trovato questa ricetta  nel sito  "ΟΙ ΣΥΝΤΑΓΕΣ ΤΗΣ ΓΚΟΛΦΩ". Questi dolcetti sono  ideali per la prima colazione  o da portare  in ufficio. Sono senza uova e sono indicati per chi è intollerante alle uova.
Ecco la ricetta :  
Ingredienti : 
1/2 di bicchiere olio di semi
1/2 di bicchiere latte
1/4 di bicchiere miele 
1/3 di bicchiere succo di limone 
1/3 di bicchiere  zucchero
2-1/4 di bicchiere farina ( io ho usato farina di segale) 
1/2 cucchiaino bicarbonato di soda 
2 cucchiai di semi di papavero
2 cucchiaini di polvere lievitante 
la scorza di 2 limoni grattugiati
Preparazione:
lavorare  l'olio con lo zucchero e il miele .Aggiungere gradualmente  il latte , il succo e la scorza di limone .alla fine aggiungere la farina con il bicarbonato e la polvere lievitante . Mescolare bene , il  vostro composto  dovrà risultare morbido . Foderate  i vostri stampini con dei pirottini di carta  e versate in ogni stampino il vostro impasto . Infornare  in forno preriscaldato  a 170-180° per circa 20 min .
Possiamo anche coprirli con glassa al limone ( a me piacono senza glassa) 
Vi presento la ricetta per la glassa al limone :
Ingredienti 
370gr zucchero a velo
2 albumi 
2 cucchiaini di succo di limone e limone grattugiato 
1 vanillina 
Preparazione : lavoriamo tutti gli ingredienti insieme fino ad ottenere un composto solido di colore bianco 
Buon divertimento 
Chara 

La pizza di Nonna Selene e la birra PAULANER ( Η πίτσα της γιαγιάς Selene )

Care amiche , 
oggi vi presento la pizza di Nonna Selene.
 Nonna Silene è la mia suocera e la sua pizza è favolosa . 
L’impasto  è una preparazione di base preparato con farina, acqua, lievito, olio e sale .
La lavorazione della pasta , non porta via  molto tempo e, se seguirete gli accorgimenti di Nonna Silene descritti nella ricetta, potrete ottenere un impasto elastico, morbido e ben lievitato.
Ricordatevi di cominciare a preparare l’impasto per la pizza almeno un paio di ore prima di infornare le pizze, in modo da consentire una buona lievitazione.
Ho provato fare anche io queste pizze sotto il suo controlo ed il risultato è stato ottimo.
Vi presento la ricetta :
Ingredienti : ΄
1 kg di farina MANITOBA
25 gr lievito fresco
1 cucchiaino raso di zucchero
1 cucchiaino raso di sale
6 cucchiai di olio d' oliva e latte insieme 
acqua q.b.
Preparazione : 
Per preparare  la pasta per la pizza , setacciate la farina e disponeteli a fontana su una spianatoia formando un buco al centro.Prendete una ciotola di vetro,sbriciolatevi dentro il lievito di birra e lo zucchero e versateci un bicchiere d' acqua tiepida. mescolate fino a fare sciogliere bene tutto.Ora, a parte, sciogliete il sale in un altro bicchiere d' acqua tiepida e aggiungere l 'olio e il latte. Unite , poi alla farina il composto con il lievito .Incorporate per ultima anche la miscela di acqua e olio. Iniziate ad impastare tenendo vicino a voi un po' di farina e la restante acqua tiepida , che integrerete nell' impasto mano a mano, fino a raggiungere la consistenza desiderata , che deve essere morbida ed elastica. Continuate  ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio e morbido ma consistente , con il quale formerete una palla che andrete ad adagiare in una capiente ciotola( RICORDATEVI CHE L IMPASTO RADDOPPIERA IL SUO VOLUME ) adeguatamente spolverizzata di farina  sul fondo. Coprite la ciotola con un canovaccio pulito e riponetela in un luogo tiepido e lontano da correnti d' aria , come  il forno spento di casa vostra .Attendete che l 'impasto abbia  raddoppiato il proprio volume ( ci vorrà 1 ora - 1 ora e 1/2) . Ora dividete l' impasto in 4-5 palline e lasciate lievitare ancora per 1 ora .
Intanto preparare la farcitura :
1) pizza rossa : ponete la passata di pomodoro in una ciotola e conditela con l 'olio, sale e l'origano 
2) pizza margherita : vedete consigli alla fine 
3) pizza bianca cipolla e rosmarino : preparate il rosmarino e la cipolla (  per renderla meno pungente il sapore delle cipolle:, tagliate le cipolle a rondelle e immergetele in acqua fredda con pochissimo zucchero;prima di usarle strizzatele molto bene ) 
4)pizza bianca ai funghi: Ponete in una ciotola il prosciutto cotto, le olive nere,i funghi trifolati e la mozzarella .
Ora prendete  ogni pallina e stendete l 'impasto in una teglia a bordi bassi , precedentemente unta  d ' olio . Spennellate la superficie della pizza  con altro olio e lasciate ancora per 20 min. terminate la terza lievitazione , cospargerete  le pizze con le farciture  che avete preparato precedentemente e infornate in forno già caldo per circa 15 min a 200 ° 
Per la pizza MARGHERITA ( pomodoro e mozzarella) : Tagliate la mozzarella a fette e mettetela in un colino in modo da eliminare l 'acqua di conservazione.Estraete la pizza dal forno e cospargetela con al mozzarella tritata grossa o tagliata a fette; Infornate nuovamente per altri 5 min. Appena estraete lam pizza dal forno, cospargetela con le foglie di basilico fresco en servite immediatamente   
Buon divertimento e buon appetito
Chara F.

 Ho accompagnato  questa pizza con la Birra Paulaner ,la Hefe-Weissbier Naturtrub
La trovo adattatissima per accompagnare la pizza .
E una birra che di primo acchito potrebbe sembrare simile ad una chiara qualsiasi, ma è  invece  molto corposa e ha  un  sapore molto particolare , con un retrogusto  amarognolo abbastanza pronunciato  che fa risaltare l ' aroma dato dal luppolo. 
 Deve essere bevuta fredda e quando si serve nel bicchiere bisogna creare molta schiuma. 

Storia  della birra Paulaner : 

Prima di tutto devo precisare che per quanto ne sappia il nominativo Paulaner non indica solo una birra, ma una varietà di birre prodotte dalla Paulaner Thomasbrau.
Questa è senz'altro una fra le birre più antiche: infatti esistono prove dell'esisteza della fabbrica di birra di Paulaner dal dal lontano 1634.
Il nome dell'industria della birra Paulaner trae la sua origine dai frati di san Francesco da Paola, che risiedevano a Neuhauser Straße, a Monaco. (da cui anche il monaco disegnato sull'etichetta). I monaci iniziarono a produrre birra per loro uso personale dal 1634. Dopo il 1780 cominciarono a venderla al pubblico. La birra autorizzata al commercio era un modello di Bock che si guadagnò la notorietà locale. Dopo l'abolizione del convento di Neudeck nel 1799, l'edificio fu convertito in prigione. Franz Xaver Zacherl, fabbricante di birra, ha comperato nel 1813 il vecchio edificio ed ha continuato la tradizione della birra Bock sotto il nome di Salvator. 
Si dice che la corposità e l'alto gradiente alcolico di questa birra sia da attribuire alla lunga fermentazione a cui veniva sottoposta: forse a causa del rigoroso digiuno a cui erano obbligati i monaci.


                                                          Paulaner Octoberfest