martedì 24 febbraio 2015

Tisana di Karkadè ( Τσάι καρκαντέ )



 Cari lettori,
il karkadè ( Hibiscus sabdariffa ) usato prevalentemente come tisana ,( non contiene principi eccitanti  e può essere assunto  anche da chi non tollera la teina )   è un ottimo diuretico e antisettico urinario. Il suo infuso dà una bevanda dal sapore acidulo rinfrescante e dissetante, dal colore rosso vivo. È digestiva e regolarizza la funzionalità epatica. È una bevanda antinfiammatoria, lenitiva, vitaminizzante ( vit C) , utile anche nel combattere stipsi cronica e la presenza degli antociani la rendono una pianta angioprotettiva. ( Fonte  : wikipedia )
Un studio condotto  presso la Tuft University di Boston ha inoltre dimostrato che il karkadè è in grado di abbassare la pressione sanguigna( in particolare quella sistolica o massima) in soggetti con ipertensione lieve o moderata: per beneficiare a tal effetti bastano tre tazze di infuso al di. 
Nei paesi dove viene consuetamente coltivato (es. Senegal) il fiore viene raccolto in due diverse fasi di maturazione, ottenendone due tipi: il karkadè verde (di uso quasi esclusivamente locale), ed il karkadè rosso quello da noi comunemente conosciuto. In alcuni paesi i fiori maturi freschi sono utilizzati anche per produrre confetture. (Fonte  : wikipedia)                        

L infuso di Karkadè si prepara versando una tazza di acqua calda su due cucchiai di petali essiccati. Si lascia in infuzione 3-5 min e si filtra.
Per ottenere una bevanda dissetante, disinfettante e regolarizzante intestinale, mescolare l'infuso con miele e limone; consumarlo fresco nel corso della giornata.



 Il karkadè può essere sfruttato anche per uso esterno: per la presenza di mucillagini e polifenoli, può essere applicato a livello cutaneo come lenitivo o doposole. Per preparare un impacco, è possibile preparare un infuso al karkadè ristretto, per poi applicarlo, con una compressa di garza, sulle zone del corpo più arrossate dopo l'esposizione al sole. Il karkadè è adatto anche per le pelli sensibili e può essere utilizzato in associazione con malva, ippocastano e calendula. ( fonte : my personal trainer) 
 Io con l' infuso ho preparato anche i  biscottini.


Chara 


Nessun commento:

Posta un commento