sabato 18 maggio 2013

Biscotti con la farina di Quinoa integrale e tè verde


Cari lettore ,

In occasione dell' anno Internazionale  della Quinoa ( vedi informazioni utili )  vi presento i miei biscottini  che ho preparato con la farina di Quinoa integrale . Sono ottimi per la prima colazione e  per una sana merenda in quando la quinoa ha tantissime proprietà:

Contiene tutti i 9 aminoacidi essenziali necessari al funzionamento del nostro organismo (istidina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina e triptofano), presentando nel complesso un buon equilibrio tra proteine e carboidrati. Il suo contenuto proteico è superiore a quello di riso, miglio e grano.
E' inoltre un'importante fonte di riboflavina (vitamina B2), ritenuta in grado di ridurre la frequenza degli attacchi di emicrania e di favorire i processi metabolici delle cellule muscolari e cerebrali. Le saponine contenute nella quinoa sono considerate capaci di promuovere la guarigione delle lesioni della pelle.
La quinoa non contiene glutine e può essere consumata con tranquillità da chi soffre di celiachia o di intolleranza ad esso. Oltre ad alcune vitamine del gruppo B, la quinoa contiene vitamina C e vitamina E, che svolge un'importante funzione protettiva nei confronti dell'apparato circolatorio e dei tessuti corporei, grazie alla sua capacità di contrastare i radicali liberi.
La quinoa è nutriente e non eccessivamente calorica.
Info da Internet



Ingrendienti
250 ml di succo  di arancia
100 ml di olio di semi di Vinacciolo
50 ml di te verde bancha
2 cucchiai di zucchero di canna
2 cucchiai di miele
200 gr di farina di quinoa
2 cucchiai di scorza di arancia
1 cucchiaio di fiocchi  d' orzo
farina  00 q.b.

lavorare bene tutti gli ingredienti  , aggiungere la farina di quinoa e poi la farina  normale setacciata ed impastare tutto insieme fino ad ottenere una palla morbida.
Formate delle treccine e ponete su una teglia coperta di carta forno.Cuocere in forno moderato  e prescaldato  per 20-25 min.
Buon divertimento
Chara F.

Farina di quinoa di  MOLINO AGOSTINI

.

Informazioni utili :

Il 2013 è stato dichiarato, da parte dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, Anno Internazionale della Quinoa come riconoscimento per i popoli indigeni andini, che hanno mantenuto, controllato, protetto e conservato la quinoa come cibo per le generazioni presenti e future attraverso la conoscenza e le pratiche del vivere in armonia con la natura. L'obiettivo è quello focalizzare l'attenzione del mondo sul ruolo che la quinoa gioca a sostegno della biodiversità, sul suo valore nutritivo, sull'eliminazione della povertà a sostegno del raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

Gli Incas avevano delle ottime ragioni per apprezzare la quinoa. Questo alimento, infatti, possiede delle eccellenti proprietà nutritive. A differenza dei cereali veri e propri la quinoa contiene molte proteine di qualità, è quindi una valida alternativa alle proteine di origine animale (vi ricordiamo che per completare l’apporto di aminoacidi essenziali è opportuno associarla ai legumi). Si distingue poi per la presenza di aminoacidi essenziali, tra cui la lisina, fondamentale per la crescita delle cellule cerebrali, per la formazione di anticorpi e per la fissazione del calcio nelle ossa.
Grazie ai flavonoidi e alla vitamina E, la quinoa può essere considerato anche un ottimo alimento antiossidante, protettivo del nostro sistema cardiocircolatorio. Non solo, grazie al magnesio è in grado di prevenire malattie cardiovascolari, aritmie e ipertensione.
La quinoa viene utilizzata come cereale non solo per il suo aspetto, ma anche per il contenuto di amido; tuttavia la quinoa è senza glutine e quindi è indicata per le persone che soffrono di celiachia.
Informazioni prese da Internet

Nessun commento:

Posta un commento