sabato 18 gennaio 2014

Confettura di pomodori rossi e peperoncino (Μαρμελάδα με κόκκινη τομάτα και καυτερή πιπεριά)


Care amiche ,
Per me , la migliore confettura per accompagnare i formaggi è quella di pomodori  rossi   con un pizzico di peperoncino .
Ho provato a preparare questa confettura a fine Luglio quando ancora i pomodori sono belli e ben maturi .
Vi consiglio di gustare questa confettura con i formaggi  freschi come la  ricotta  fresca o affumicata , la robiola , il formaggio Greco la feta e i formaggi cremosi  come la Philadelphia o il Quark  che  ne attutiscono in parte  la piccantezza del peperoncino  senza togliere  il gusto .
Ma  consiglio anche di provarla con i formaggi stagionati come  il pecorino o il parmigiano .
Per finire  perché no , possiamo usarla come insolito abbinamento al cioccolato  !!!
 Vi presento la mia ricetta:

Ingredienti
 1 kg di pomodori a grappolo o pomodori tipo a piennolo
350gr di zucchero
succo di un limone medio
2 peperoncini
Preparazione
per primis mettere i pomodori in acqua bollente  e poi dopo 30 secondi, estrarli con un mestolo forato e immergerli nell' acqua fredda.Pelarli , tagliarli a pezzettini e levare i semi. .
Dopo questa procedura  si ottiene circa 750 gr di polpa .
Mettere i pomodori in una ciotola , aggiungere lo zucchero e il limone, mescolare e fari riposare in frigo per una notte .
Il giorno dopo si mette nel fornello, aggiungendo anche i peperoncini a piacere ,  e si cuoce a fuoco molto basso per circa 2 ore .
Ogni tanto mescolare per controllare la  consistenza della confettura . 
Appena la confettura ha aggiunto la consistenza giusta passare tutto a passa verdure
si ottiene una vellutata come nella foto .
A questo punto  farli di nuovo bollire  a fuoco vivo per 10 min
Verifichiamo la cottura con la prova piattino versando su piattino un cucchiaino di confettura e lasciamo intepidire. Se inclinando il piattino la confettura non cola, è pronta ;altrimenti continuate la cottura per altri 15-20 min
Intanto sterilizzate i vostri vasetti di vetro e ι loro coperchi mentendoli dentro una pentola con abbondante acqua .Lasciateli bollire per 30 min, scolateli e lasciateli capovolti su un canovaccio pulito.
Mettete la vostra confettura nei barattoli , avendo cura di lasciare 2-3 cm di spazio dal bordo , chiudete e capovolgeteli. Una volta freddi verificate che il sottovuoto si sia formato correttamente ;se premendo sul tappo NON sentite il "click Crack "significa che il sottovuoto è stato fatto correttamente ;(altrimenti mettete a bollire in abbondante acqua per 20 min).
Appena freddi , rimetterli poi, nella posizione di partenza e e procedere ad un’ulteriore sterilizzazione (la seconda dopo quella dei contenitori e dei coperchi).
Lasciate passare un mese prima di consumare la confettura ,affinché si insaporisca bene.
Ottima per i formaggi !!!
Buon divertimento
Chara F.

Varie note per la preparazione di marmellate, confetture e gelatine
( Info prese da Internet)
Le marmellate , confetture e le gelatine preparate in casa , sono prive di conservanti .
Io personalmente uso poco zucchero e preferisco quello di canna e faccio bollire le mie marmellate pochissimo .
Ricordo che a posto di pectina possiamo usare le mele o il succo di mela
Di solito le marmellate vanno consumate nell' arco di 3-4 mesi . Ma se si aggiunge tanto zucchero possono durare anche 2 anni.
Una volta aperto il barattolo vanno conservate in frigorifero ma meglio usarli entro un mese dall' apertura .Pur se la preparazione classica di marmellata o confettura prevede l’utilizzo di un uguale peso di frutta nettata e zucchero, il peso di quest’ultimo può variare, in base alla quantità di zucchero presente nella varietà di frutta adoperata e al gusto personale.
Per quanto riguarda, invece, la gelatina, il peso dello zucchero varia, in base alla varietà di frutta e al gusto personale, da un minimo di 400 g ad un massimo di 800 g per chilogrammo di succo di frutta.
In genere, viene consigliato di utilizzare 60-70 g di zucchero per ogni 100 g di frutta (peso lordo).
Buon divertimento
Chara F.

Nessun commento:

Posta un commento