domenica 1 luglio 2012

Ciliegie sciroppate

Care amiche ,
Vi presento la ricetta per preparare le ciliegie sciroppate .Ho preparato questa conserva classica il 2010( non avevo creato ancora il mio blog)  ed è ancora squisita. Si può usare per guarnire i gelati e la panna cotta ma anche per le torte fredde o per decorare il cheese cake .Io già ho preparato anche un Plum Cake squisito!!!!!!!!!!!!
Per preparare questa conserva ho utilizzato le "ciliegie duracine ".

Ingredienti :
2 kg di ciliegie
200 gr di zucchero per 1 litro d'acqua
Facoltativo per ogni vasetto :
1 stecca di cannella e 2 chiodi di garofano a piacere
1 stecca divaniglia o un cucchiaino di liquore al maraschino a piacere
Preparazione:
Lavate bene le ciliegie  , eliminate il nocciolo con una forcina per i capelli  e mettetele ad asciugare su un canovaccio pulito.Ponete le ciliegie nei vasi  a chiusura ermetica  cercando di sistemare  in modo tale da lasciare meno spazi vuoti possibili.
Preparate uno sciroppo con 200gr di zucchero per ogni litro d'acqua come segue:
Mettere una pentola con l' acqua sul fuoco e versate dentro lo zucchero , poi portatela ad ebollizione e mescolare fino a quando lo zucchero sarà completamente sciolto.
Fate raffreddare lo sciroppo e poi versatelo sulle ciliegie dentro ai vasetti, agitandoli di tanto in tanto per fare fuoriuscire le eventuali bolle d' aria.fermatevi con lo sciroppo a 2cm dal brodo.Chiudete i vasetti,avvolgeteli in canovacci e metteteli a sterilizzare, tenendoli sul fuoco per 5-6 min.a partire dall' ebollizione.
Trascorso questo tempo spegnete il fuoco e lasciate raffreddare i vasetti nella pentola stessa;quando si saranno raffreddati , toglieteli dall' acqua, asciugateli bene, etichettateli e conservateli in un luogo buio e fresco .
Lasciate le ciliegie nei vasetti per almeno un mese prima di consumarle.
Consiglio : Quando aprite uno vasetto dovete consumarlo in massimo 3-4 giorni anche se lo conservate in frigorifero, per questo meglio scegliere vasetti no troppo grandi .
Buon divertimento e aspetto i vostri commenti
Chara F.

Nessun commento:

Posta un commento