domenica 5 gennaio 2014

Confettura di pomodori verdi al peperoncino (Μαρμελάδα με πράσινη τομάτα και κόκκινη πιπεριά )

Care amiche ,
Eccomi qua con un altra ricetta che abbina la verdura allo zucchero. Dopo la squisita
Marmellata di radicchio rosso di treviso e la  Confettura di zucchine verdi alla menta  ,oggi vi presento la confettura di un ingrediente perduto : di  pomodori verdi biologici che ho raccolto nel mio orto . E' un ottimo accompagnamento per i formaggi a pasta molle , mozzarella calda o fredda , formaggi semi grassi ( asiago) , formaggi di pasta cotta ( fontina) , formaggi di pasta cruda ( taleggio), toma piemontese e pecorino fresco. Ma allo stesso tempo è ottima per preparare le crostate ma anche per gustarla sopra una fetta di pane fresco o sulla bruschetta o sopra una croccante fetta biscottata. E per finire , può accompagnare anche il classico bollito misto.Insomma quanto avete voglia di qualcosa di dolce e delizioso ecco la soluzione!!! 
Ingredienti
1 Kg di pomodori verdi
300gr di zucchero
il succo e la scorza di un limone
2 peperoncini rossi piccanti
Preparazione
Per primis lavate e asciugate bene i pomodori  tagliateli in quattro parti, privateli dei semi e  tagliateli a pezzettini,sbucciate anche il limone, cercate di eliminare la parte bianca  dal giallo della scorza , fatela a striscioline e mettetela da parte .
Nella pentola che farete cuocere la vostra confettura , mettere i pomodori verdi , lo zucchero  il succo di limone  e lasciate il composto a macerare per circa  5 ore . 
 
Trascorso il tempo, aggiungete la striscioline  di scorza di limone e portate a ebollizione, lasciando andare  a fuoco lento finché la confettura avrà raggiunto la giusta consistenza.
A questo punto aggiungere il peperoncino e far cuocere a fuoco lento per altri 15 min ancora .

A questo punto ci sono due soluzioni..
  • se è molto tardi la sera  ( a me capita spesso perché inizio a preparare  le marmellate  sempre dopo cena  ) che non avete tempo di continuare con il procedimento, potete far raffreddare la vostra confettura e metterla nel frigo lasciandola a riposare  per tutta la notte . Il giorno dopo fate cuocere di nuovo la confettura a fuoco vivace mescolando sempre  per circa 15 minuti . Una volta che sarà pronta , toglietela dal fuoco  e mettetela nei vasetti sterilizzati , capovolgeteli e lasciate  raffreddare.Una volta freddi , metteteli a bollire per 20 min in una pendola piena d' acqua per la sterilizzazione .

 Invece quanto si prepara durante i weekend che abbiamo più tempo a disposizione ,( io questa volta ho fatto cosi ) . Dopo la cottura lenta di 15 minuti con il peperoncino ho passato la confettura con il minipimer e poi ho continuato a farla bollire a fuoco vivace per altri 5 min. Ho messo la confettura ancora caldissima nei vasetti già sterillizzati e li ho capovolti .Una volta freddi ho messo i vasetti dentro una pentola capiente ( meglio mettere i strofinaci tra un vaso e l altro, in questo modo con la bollitura non rischiano di rompersi).Quando l acqua bolle ho fatto cuocere per circa 20 min e ho lasciato a raffreddare in acqua . Ho controllato il tappo che non faccia click. Sse il vasetto fa click vuol dire che la confettura non è sottovuoto e non si conserva , quindi è meglio di consumarla subito o ripetere la procedura di sterilizzazione.( questa info  per la mia amica Maria )
Io ho usato vasettini piccolini per questa confettura e ho preparato le confezioni natalizie e li ho regalate alle mie amiche.



Varie note per la preparazione di marmellate, confetture e gelatine
( Info prese da Internet)
Le marmellate , confetture e le gelatine preparate in casa , sono prive di conservanti .
Io personalmente uso poco zucchero e preferisco quello di canna e faccio bollire le mie marmellate pochissimo .
Ricordo che a posto di pectina possiamo usare le mele o il succo di mela
Di solito le marmellate vanno consumate nell' arco di 3-4 mesi . Ma se si aggiunge tanto zucchero possono durare anche 2 anni.
Una volta aperto il barattolo vanno conservate in frigorifero ma meglio usarli entro un mese dal apertura .Pur se la preparazione classica di marmellata o confettura prevede l’utilizzo di un uguale peso di frutta nettata e zucchero, il peso di quest’ultimo può variare, in base alla quantità di zucchero presente nella varietà di frutta adoperata e al gusto personale.
Per quanto riguarda, invece, la gelatina, il peso dello zucchero varia, in base alla varietà di frutta e al gusto personale, da un minimo di 400 g ad un massimo di 800 g per chilogrammo di succo di frutta.
In genere, viene consigliato di utilizzare 60-70 g di zucchero per ogni 100 g di frutta (peso lordo).
Buon divertimento
Chara F.



Για τις φίλες μου στην Ελλάδα σας παρακαλώ να χρησιμοποιήσετε  τον μεταφραστή Google
 αλλα θα ειμαι στην διαθεσή σας για οτι χρειαστείτε

1 commento: