domenica 19 gennaio 2014

Confettura di pere cotogne al cioccolato e caffè (μαρμελάδα κυδώνι με σοκολάτα και καφέ)

Care amiche ,
eccomi di nuovo con un altra  ricetta inventata al momento .
Ormai si sa che la mia cara amica Paola mi regala sempre qualcosa dal suo orto  biologico.Questa volta mi ha regalato tantissime pere e mele cotogne cosi mi sono divertita a realizzare diverse ricette .Per primis ho preparato  la famosa cotognata
e poi la cotognata di pere cotogne con mosto , zucchero di canna e noci e oggi  ho creato una squisita confettura con le pere cotogne , cioccolato e caffè . Ho regalato tutti i vasetti a natale alle mie colleghe . 
Vi presento la ricetta per un kg di frutta
Ingredienti
1 kg di pere o mele cotogne
300 gr di zucchero semolato
cioccolato fondente  a piacere ( io ho messo 4 pezzettini come nella foto)
2 tazze da tè  di infuso di caffè
Preparazione
 Preparare  l' infuso col caffè: far bollire l 'acqua e appena bolle, versare dentro 4 cucchiai di caffè solubile , poi levare subito dal fuoco e lasciare  a riposare  per 10 min, quindi filtrare. Intanto pulire le pere cotogne molto bene sotto l' acqua corrente ( io li ho pulite con la spazzola di cocco naturale).  
Tagliare la frutta a pezzetti piccoli senza levare la buccia in quanto contiene tanta pectina.
Mettere  i torsoli a parte perché serviranno  per preparare il miele .

 
Ora mettiamo  in una pentola  le pere cotogne ,  aggiungendo lo zucchero e il caffè e portiamo a ebollizione
Facciamo cuocere la nostra confettura a fuoco molto basso per circa 2 ore . Passato questo tempo passiamo veloce con il minipimer ,

aggiungendo anche i pezzetti di cioccolato e mescolando con un cucchiaio di legno , per altri 15 min


Verifichiamo la cottura con la prova piattino versando su piattino un cucchiaino di confettura e lasciamo intepidire . Se inclinando il piattino la confettura non cola, è pronta ;altrimenti continuate la cottura per altri 15-20 min..
 
Mettete la vostra confettura nei barattoli , avendo cura di lasciare 2-3 cm di spazio dal bordo , chiudete e capovolgeteli. Una volta freddi verificate che il sottovuoto si sia formato correttamente ;se premendo sul tappo NON sentite il "click Crack "significa che il sottovuoto è stato fatto correttamente ;altrimenti mettete a bollire in abbondante acqua per 20 min. 
Aspettate che la vostra confettura si raffreddi , poi etichettatela e conservatela in un luogo fresco e asciutto. Si conserva anche per un anno .E' ottima per gustarla su fette di pane per la prima colazione ma anche per la merenda dei vostri bambini , ma anche per farcire i vostri dolci.


 
 
 
 
Varie note per la preparazione di marmellate, confetture e gelatine
( Info prese da Internet)
Le marmellate , confetture e le gelatine preparate in casa , sono prive di conservanti .
Io personalmente uso poco zucchero e preferisco quello di canna e faccio bollire le mie marmellate pochissimo . .
Ricordo che a posto di pectina possiamo usare le mele o il succo di mela
Di solito le marmellate vanno consumate nell' arco di 3-4 mesi . Ma se si aggiunge tanto zucchero possono durare anche 2 anni.
Una volta aperto il barattolo vanno conservate in frigorifero ma meglio usarli entro un mese dal apertura .Pur se la preparazione classica di marmellata o confettura prevede l’utilizzo di un uguale peso di frutta nettata e zucchero, il peso di quest’ultimo può variare, in base alla quantità di zucchero presente nella varietà di frutta adoperata e al gusto personale.
Per quanto riguarda, invece, la gelatina, il peso dello zucchero varia, in base alla varietà di frutta e al gusto personale, da un minimo di 400 g ad un massimo di 800 g per chilogrammo di succo di frutta.
In genere, viene consigliato di utilizzare 60-70 g di zucchero per ogni 100 g di frutta (peso lordo).
Buon divertimento
Chara F.
 

Nessun commento:

Posta un commento